Glossario

Alcuni termini medici possono risultare di difficile comprensione. Qui di seguito abbiamo compilato un elenco delle parole e delle espressioni più comuni in quest'area e del modo in cui devono essere interpretate.

A  |  C  |  G  |  H  |  I  |  O  |  R  |  S  |  U

 

A

Allergene
Gli allergeni, conosciuti anche come fattori scatenanti l'allergia, sono proteine che esistono ovunque nell'ambiente e che scatenano la reazione allergica. Gli allergeni comuni che scatenano sintomi sono: pollini, acari della polvere, cibi e animali.

Reazione anafilattica
Una reazione allergica acuta, potenzialmente letale. Le sostanze che possono provocare tale reazione sono numerose, ma le più comuni sono le seguenti: arachidi, frutta secca, vari frutti di mare, pesce, uova e semi di soia. In genere una reazione anafilattica si verifica rapidamente, entro 5-15 minuti e richiede cure immediate.

Anamnesi
La storia medica del paziente.

Antigene
Una sostanza a cui si lega un anticorpo.

Anticorpo
Una proteina del sistema immunitario che si lega in modo specifico ad altre sostanze (antigeni). Gli anticorpi possono essere attivati da proteine, tossine o microorganismi estranei. Le IgE sono un esempio di anticorpo.

Asma
Una malattia polmonare infiammatoria cronica caratterizzata da problemi respiratori ricorrenti.

Atopia
Tendenza all'allergia, cioè rischio genetico di formazione di anticorpi IgE e di sviluppo di una malattia allergica.

 

C

Celiachia
Un altro nome per l'intolleranza al glutine. Intolleranza permanente all'ingestione di cibi contenenti glutine.

Congiuntivite
Infiammazione della congiuntiva.In genere, a causa di essa l'occhio apparirà rosso o rosa, in quanto i sottili vasi sanguigni vengono irritati e ingranditi.Altri sintomi comuni: visione sfuocata e occhi irritati che lacrimano e prudono. La congiuntivite viene inoltre chiamata "occhio rosa" e "occhio rosso".

Allergia da contatto
L'allergia da contatto è un'allergia al contatto cutaneo con determinati materiali, ad esempio il nickel o i cosmetici. Sono coinvolte soltanto le cellule della pelle e non il sistema immunitario. Di conseguenza, questo tipo di allergia non è IgE-mediata.

Cross-reattività
La cross-reattività si verifica quando gli anticorpi originariamente creati contro un allergene dato reagiscono ad allergeni diversi che sono strutturalmente simili o biologicamente affini.

 

G

Gliadina
Il componente del glutine che provoca i sintomi della celiachia.

Glutine
La porzione della farina non solubile in acqua.

Allergia al glutine
Quest'allergia alla proteina del grano non deve essere scambiata erroneamente per l'intolleranza al glutine (celiachia). Nei casi di allergia al glutine, il corpo produce anticorpi IgE che possono essere rilevati con un semplice esame ematico.

 

H

Febbre da fieno
Rinite allergica che si verifica durante la primavera e l'estate, quando ad esempio la betulla e la coda di topo rilasciano i loro pollini che vengono trasportati in aria e quindi inalati. I sintomi comprendono gonfiori delle membrane mucose e naso che prude e cola, spesso in combinazione con occhi irritati che lacrimano e prudono.

Iperreattività
Ipersensibilità nelle vie respiratorie, spesso provocata da freddo, profumi forti e fumo di tabacco. Spesso colpisce i pazienti che soffrono di asma.

Ipersensibilità
Sensibilità accresciuta alle sostanze di norma innocue, che provoca una risposta esagerata da parte del sistema immunitario. Una reazione di ipersensibilità è indipendente dai meccanismi immunologici coinvolti.

 

I

Sistema immunitario
Il sistema di difesa dell'organismo.

ImmunoCAP
Tecnologia di esami per la misurazione di analisi specifiche dell'allergia in siero o plasma.

Immunoterapia/Iposensibilizzazione/Vaccinazione antiallergica
L'allergene che provoca la reazione allergica viene iniettato con dosi crescenti durante un periodo più breve. In seguito, il mantenimento prosegue in genere per numerosi anni. In questo modo, la persona sviluppa la tolleranza a quello specifico allergene e può di conseguenza avere sintomi meno gravi.

Intolleranza
Reazione di ipersensibilità in cui non si verifica produzione di anticorpi IgE. Esempi: l'intolleranza al lattosio e al glutine.

In vitro
La diagnostica in vitro implica l'esame all'esterno dell'organismo e si oppone all'esame all'interno dell'organismo vivente (in vivo).

 

O

OAS
Sindrome orale allergica. I sintomi includono irritazione e lieve gonfiore di labbra, lingua, palato e gola. L'OAS si verifica immediatamente dopo l'ingestione di frutti con nocciolo e delle pomoidee a causa della cross-reattività con determinati pollini. Le persone con allergia al polline delle piante, ad esempio, possono avere sintomi orali dopo aver mangiato mele, ciliege o pesche, mentre quelle allergiche al polline di ambrosia possono reagire a carote e meloni.

 

R

Rinite
Un altro nome per la febbre da fieno.

 

S

Sensibilizzazione
Il processo di sensibilizzazione può iniziare la prima volta che una persona atopica viene esposta a una sostanza allergenica. Il processo di sensibilizzazione implica che l'organismo inizi la produzione di anticorpi IgE al fine di "ricordare" la sostanza particolare. La volta successiva che avviene il contatto con la sostanza allergenica potrebbe verificarsi una reazione allergica.

IgE specifiche
Anticorpi IgE a una sostanza specifica, ad esempio i peli di gatto.


U

Orticaria
L'orticaria è una condizione cutanea.È caratterizzata da aree della pelle arrossate e in rilievo che prudono, di varie forme e dimensioni.