Allergeni degli acari

  d1 Acaro della polvere domestica

Descrizione dell'allergene

Dermatophagoides pteronyssinus

Famiglia

Pyroglyphidae

Gli acari della polvere domestica sono una delle fonti più comuni di sensibilizzazione in tutte le parti del mondo. Dermatophagoides pteronyssinus, D. farinae e D. microceras sono presenti nelle stesse aree, ma le proporzioni relative della loro distribuzione variano geograficamente.

Gli acari hanno un ciclo vitale di circa 2-3 mesi. Le dimensioni dell'acaro arrivano fino a 0,3 mm. Vivono nella polvere domestica e prosperano nelle aree calde con elevata umidità. Le feci degli acari sembrano essere la fonte principale dell'esposizione agli allergeni. Le loro dimensioni equivalgono a quelle di un grano di polline e di conseguenza possono essere trasportati in aria con molta facilità e penetrare negli alveoli polmonari.

Esposizione all'allergene

Polvere, tappeti, moquette, cuscini, materassi e imbottiture contenenti materiale biologico, in particolare la forfora umana, sono veri e propri serbatoi di acari della polvere domestica. Altre fonti di esposizione sono le abitazioni umide (umidità relativa >45%) oppure abitazioni a basse altitudini.

Cross-reattività

Gli allergeni provenienti dagli acari presentano determinanti sia comuni, sia specifici alla specie. I determinanti allergenici sono condivisi con altri acari appartenenti alla famiglia Pyroglyphidae e sono altamente cross-reattivi con altre specie Dermatophagoides. Sembra esistere una cross-reattività limitata con gli acari delle derrate (non Pyroglyphidae). Alcune proteine allergeniche degli acari, quali la tropomiosina, sono ampiamente cross-reattive tra gli invertebrati quali gamberetti, lumache, blatte e chironomidi.

Esperienza clinica

Reazioni IgE-mediate

Studi su individui allergici alla polvere domestica in tutto il mondo hanno mostrato che gli acari della polvere domestica sono una delle cause più comuni di sintomi quali asma di tipo perenne, rinite e congiuntivite, spesso con episodi durante la notte o al risveglio.

Esiste la prova che la riduzione dei livelli di allergeni degli acari può provocare un miglioramento significativo nei sintomi di asma. Finora, l'unico modo efficace di ottenere una riduzione permanente degli allergeni degli acari della polvere domestica sembra essere la diminuzione dell'umidità dell'aria e della temperatura, abbinata a una pulizia efficiente.