Cambiamenti nell'esposizione agli allergeni

L'allergia evolve di continuo e i sintomi e i fattori scatenanti possono cambiare nel tempo. In generale, un bambino piccolo è esposto (e sensibile) ad allergeni diversi rispetto a un adulto medio. Esami e rivalutazioni a intervalli regolari dell'allergia sottostante sono necessari per personalizzare il trattamento e i possibili consigli su cosa evitare.

Neonati 0-1 anno  |  Bambini piccoli 1-3 anni  |  Bambini 3-6 anni  | 
Bambini e ragazzi in età scolare 6-15 anni  |  Giovani adulti  |  Adulti

Per gran parte delle persone, l'allergia inizia come una condizione innocua e possono trascorrere vari anni prima che i sintomi si sviluppino. Per altre persone, invece, cibi, farmaci o la puntura di un insetto possono provocare uno shock anafilattico improvviso potenzialmente letale.

Ciò che scatena una condizione allergica dipende da ciò a cui la persona è esposta nei vari periodi della vita. Attraverso esami ematici eseguiti a intervalli regolari è possibile seguire lo sviluppo dell'allergia di un paziente e, di conseguenza, ottimizzare la qualità della vita.

 

Neonati 0-1 anno

Le prime risposte dirette ai cibi possono già essere osservate nei primi mesi di vita e sono comunemente dirette alle uova di gallina e al latte vaccino.

Sintomi tipici nei neonati

  • Eczema (pelle secca, prurito cutaneo, eruzioni cutanee, orticaria)
  • Disturbi gastrointestinali (diarrea, vomito, dolore di stomaco)
  • Asma (tosse, respiro sibilante, mancanza di fiato)

Allergeni comuni che provocano l'allergia nei neonati

  • Latte
  • Uovo

 

Bambini piccoli 1-3 anni

La sensibilizzazione ad altri fattori ambientali scatenanti l'allergia (allergeni) richiede di solito più tempo dei cibi per svilupparsi e viene generalmente osservata tra il primo e il decimo anno di vita. In generale, i disturbi cutanei quali eczema, pelle secca e prurito cutaneo (dermatite atopica) sono il primo segno di una risposta allergica nei primi tre anni di vita.

Sintomi allergici stagionali nell'area di occhi e naso (rinocongiuntivite) vengono osservati molto raramente durante i primi due anni di vita.

Sintomi tipici nei bambini piccoli

  • Eczema (pelle secca, prurito cutaneo, eruzioni cutanee, orticaria)
  • Disturbi gastrointestinali (diarrea, vomito, dolore di stomaco)
  • Asma (tosse, dispnea, respiro sibilante, mancanza di fiato)

Allergeni comuni che provocano l'allergia nei bambini piccoli

  • Latte
  • Uovo
  • Grano
  • Semi di soia
  • Arachidi
  • Acari della polvere domestica
  • Frutta secca (nocciole, noci, noci del Brasile)
  • Animali pelosi (gatti, cani e altri animali da compagnia comuni)
  • Polline delle graminacee
  • Polline delle piante
  • Polline delle erbacce

 

Bambini 3-6 anni

Nei bambini in età prescolare, la sensibilizzazione a pollini e graminacee diventa generalmente più osservata e i sintomi connessi all'area di occhi e naso sono più comuni.

Sintomi tipici nei bambini

  • Asma (tosse, dispnea, respiro sibilante, mancanza di fiato)
  • Rinite (naso chiuso o che cola, starnuti, respiro soltanto dalla bocca, prurito al naso e alla gola, prurito e arrossamento oculare, palpebre gonfie, lacrimazione oculare)
  • Eczema (pelle secca, prurito cutaneo, eruzioni cutanee, orticaria)

Allergeni comuni che provocano l'allergia nei bambini

  • Animali pelosi (gatti, cani e altri animali da compagnia comuni)
  • Acari della polvere domestica
  • Polline delle graminacee
  • Polline delle piante
  • Polline delle erbacce
  • Muffe
  • Latte
  • Uovo
  • Grano
  • Semi di soia
  • Arachidi
  • Frutta secca (nocciole, noci, noci del Brasile)

 

Ragazzi in età scolare 6-15 anni

L'esposizione più comune ai fattori scatenanti l'allergia nei ragazzi in età scolare avviene attraverso il sistema respiratorio, ma i problemi dei ragazzi di questa età sono generalmente connessi alle allergie alimentari e alla possibilità di controllare la dieta a scuola.

Sintomi tipici nei ragazzi in età scolare

  • Asma (tosse, dispnea, respiro sibilante, mancanza di fiato)
  • Rinite (naso chiuso o che cola, starnuti, respiro soltanto dalla bocca, prurito al naso e alla gola, prurito e arrossamento oculare, palpebre gonfie, lacrimazione oculare)
  • Eczema (pelle secca, prurito cutaneo, eruzioni cutanee, orticaria)

Allergeni comuni che provocano l'allergia nei ragazzi in età scolare

  • Animali pelosi (gatti, cani e altri animali da compagnia comuni)
  • Acari della polvere domestica
  • Polline delle graminacee
  • Polline delle piante
  • Polline delle erbacce
  • Muffe
  • Latte
  • Uovo
  • Grano
  • Semi di soia
  • Arachidi
  • Frutta secca (nocciole, noci, noci del Brasile)

 

Giovani adulti

L'esposizione più comune ai fattori scatenanti l'allergia avviene attraverso il sistema respiratorio. A quest'età, vengono prese decisioni sulle carriere professionali e su altri cambiamenti nella vita che possono influenzare l'esposizione agli allergeni.

Sintomi tipici nei giovani adulti

  • Rinite (naso chiuso o che cola, starnuti, respiro soltanto dalla bocca, prurito al naso e alla gola, prurito e arrossamento oculare, palpebre gonfie, lacrimazione oculare)
  • Asma (tosse, dispnea, respiro sibilante, mancanza di fiato)
  • Eczema (pelle secca, prurito cutaneo, eruzioni cutanee, orticaria)
  • Sindrome orale allergica (prurito a gola, bocca, labbra)
  • Disturbi gastrointestinali (diarrea, vomito, dolore di stomaco)

Allergeni comuni che provocano l'allergia nei giovani adulti

  • Polline (di graminacee, piante, erbacce)
  • Animali pelosi (gatti, cani e altri animali da compagnia comuni)
  • Acari della polvere domestica
  • Muffe
  • Arachidi
  • Frutta secca (nocciole, noci, noci del Brasile)
  • Frutta e verdura (mele, pere, ciliege, pesche, susine, albicocche, kiwi, carote, patate crude, sedano, arachidi, semi di soia, nocciole, mandorle e noci)
  • Pesce e crostacei

 

Adulti

L'esposizione più comune ai fattori scatenanti l'allergia avviene attraverso il sistema respiratorio.

Sintomi tipici negli adulti

  • Rinite (naso chiuso o che cola, starnuti, respiro soltanto dalla bocca, prurito al naso e alla gola, prurito e arrossamento oculare, palpebre gonfie, lacrimazione oculare)
  • Asma (tosse, dispnea, respiro sibilante, mancanza di fiato)
  • Eczema (pelle secca, prurito cutaneo, eruzioni cutanee, orticaria)
  • Sindrome orale allergica (prurito a gola, bocca, labbra)
  • Disturbi gastrointestinali (diarrea, vomito, dolore di stomaco)

Allergeni comuni che provocano l'allergia negli adulti

  • Polline (di graminacee, piante, erbacce)
  • Animali pelosi (gatti, cani e altri animali da compagnia comuni)
  • Acari della polvere domestica
  • Muffe
  • Arachidi
  • Frutta secca (nocciole, noci, noci del Brasile)
  • Frutta e verdura (mele, pere, ciliege, pesche, susine, albicocche, kiwi, carote, patate crude, sedano, arachidi, semi di soia, nocciole, mandorle e noci)
  • Pesce e crostacei