Anemia perniciosa

L'anemia perniciosa è la fase terminale di una gastrite autoimmune che provoca la distruzione della mucosa gastrica, un disturbo che può essere previsto molto prima che si presenti clinicamente.

Soltanto una piccola parte (10-15%) dei pazienti affetti da gastrite autoimmune sviluppa l'anemia perniciosa. Cionondimeno, con una prevalenza stimata dell'1,9% nelle popolazioni occidentali adulte a partire da 60 anni di età, l'anemia perniciosa rappresenta la causa più comune di carenza di vitamina B12 in tali popolazioni.

Sebbene "silenziosa" fino alla fase terminale, la lesione gastrica può essere predetta molti anni prima della manifestazione clinica mediante marcatori immunologici specifici per l'autoimmunità gastrica. La gastrite ha come risultato una carenza del fattore intrinseco, una proteina che si lega avidamente alla vitamina B12 nella dieta e ne promuove il trasporto all'ileo terminale per l'assorbimento. Di conseguenza, la gastrite viene espressa clinicamente coma carenza di vitamina B12 associata ad anemia megaloblastica. L'anemia era davvero "perniciosa" quando venne scoperta, ma al giorno d'oggi è prontamente controllata mediante trattamento di vitamina B12.