Malattia di Graves

La malattia di Graves condivide molte caratteristiche immunologiche con la tiroidite autoimmune e, in effetti, l'ipotiroidismo autoimmune spesso sopraggiunge anni dopo un trattamento riuscito con farmaci antitiroidei.

È la produzione di TSH-R stimolante gli anticorpi che caratterizza la malattia di Graves; questi provocano ipertiroidismo sostenuto e il caratteristico gozzo evidente diffuso riscontrato in gran parte dei pazienti. La malattia di Graves è la causa più comune di ipertiroidismo, in quanto rappresentante il 60-80% dei casi.

In Europa, la prevalenza è intorno all'1% nelle donne di età compresa tra 35 e 60 anni, con una frequenza da 5 a 10 volte inferiore negli uomini. Oltre il 90% dei pazienti affetti da malattia di Graves presenta oftalmopatia associata alla tiroide. La malattia clinicamente manifesta è evidente in circa il 50% dei pazienti e provoca ritardo e ritrazione della palpebra e compressione del nervo, con frequenze in diminuzione: l'oftalmopatia congestiva grave colpisce meno del 5% dei pazienti.